Jack Johnson Newsletter

Want the hottest weekly news delivered?
ONE email a week — No spam we promise!
No Thanks →
 
Jan 7 2014

Pistoia Blues 2014 programma, Jack Johnson music

Reblogged from soundsblog.it - By Arianna Galati

A Luglio manca ancora tanto, ma non è mai troppo presto per annunciare due succosi nomi che animeranno il tradizionale appuntamento di Pistoia Blues, il festival di musica blues che si tiene ogni Luglio nel capoluogo toscano giunto ormai alla 35esima edizione, che si prevede davvero ricca di eventi proprio in virtù dell’anniversario. Oggi sono stati ufficialmente confermati i primi due nomi che animeranno la prossima edizione della manifestazione: saranno infatti Jack Johnson e i The Lumineers a salire sul palco di Pistoia Blues 2014, previsto a metà Luglio prossimo. Il acantautore di iorigini hawaiane, che ha recentemente pubblicato il nuovo disco From Here To Now To You, un ritorno alle dolci atmosfere surf e elegantemente pop acustiche, dal qiuale è stato estratto il primo singolo I Got You, dedicato alla moglie Kim; Jack Johnson animerà la serata di lunedì 14 Luglio a Pistoia Blues, in assoluta esclusiva italiana e data unica nel nostro Paese. Ai The Lumineers, rivelazione di fine 2012 con il brano Ho Hey che li ha catapultati in cima alle classifiche mondiali (e in Italia è stato un vero e proprio tormentone dell’Inverno scorso), toccherà invece la serata di martedì 15 Luglio: al trio folk composto da Wesley Keith Schultz (voce, chitarra), Jeremiah Caleb Fraites (batteria, mandolino), Neyla Pekarek (violoncello, pianoforte) toccherà dimostrare di non essere solo una one hit wonder e riuscire ad animare debitamente la grande piazza di Pistoia Blues. I biglietti per questi primi due concerti della trentacinquesima edizione di Pistoia Blues sono già disponibili sui soliti circuiti di vendita; in attesa di conoscere gli alti nomi che parteciperanno a questo particolare anniversario del festival, vi consigliamo di riascoltarvi almeno un po’ della discografia di Jack Johnson e soprattutto di cercare di andare oltre Ho Hey per i The Lumineers, in modo da approfondire e decidere se veramente valga la pena (per noi di Soundsblog, sì).

Comments powered by Disqus